Home News Animali in spiaggia, cosa c’è da sapere

Animali in spiaggia, cosa c’è da sapere

by Feliciano Marcantonio

Animali Animali in spiaggia, cosa c’è da sapere Manca ancora oggi una normativa nazionale che stabilisca in modo coerente e uniforme nell’intero territorio nazionale la presenza degli animali in spiaggia By 26 Giugno 2019 15 Portare gli animali in spiaggia si può, a patto di rispettare regole e divieti ben precisi Naturalmente, molto dipende dalla località, occorre quindi informarsi in modo attento e opportuno di eventuali ordinanze comunali di divieto In tutti gli altri casi, è sempre possibile portare il cane in spiaggia, ma vediamo a quali condizioni e rispettando quali regole Animali in spiaggia, cosa stabilisce la legge Manca ancora oggi una normativa nazionale che stabilisca in modo coerente e uniforme nell’intero territorio nazionale la presenza degli animali in spiaggia Naturalmente, a meno di disposizioni differenti, il cane in spiaggia – trattandosi di un luogo pubblico – deve sempre essere tenuto al guinzaglio con la museruola Dunque, appurata l’assenza di una legge nazionale, occorre capire se nella propria regione o nel proprio comune è presente una normativa locale che disponga zone e modalità di accesso alle spiagge In ogni caso, va osservato se in spiaggia è presente un cartello di divieto che dovrà comunque contenere gli estremi di un’ordinanza Come comportarsi sulla spiaggia Se la spiaggia è privata, ovviamente, vale il divieto di accesso, a meno di regole differenti esplicitamente stabilite, degli animali

Tuttavia, anche le spiagge private e gli stabilimenti balneari possono accogliere i cani seguendo alcune prescrizioni: la zona per gli animali va recintata e deve essere attrezzata; i proprietari devono rilasciare una dichiarazione di buona salute del cane.

Tuttavia, se la battigia è una zona sempre a libero accesso per gli animali, il mare è invece una zona off limits È infatti vietato entrare in mare, in caso contrario si rischia una sanzione che va dai 200 euro in su per i proprietari Naturalmente occorre sempre accertarsi che il cane stia bene in spiaggia e farlo sostare all’ombra, se si vuole evitare di incorrere in pericolosi colpi di calore che possono essere anche letali per l’animale (in questo caso ci si può rivolgere a un’impresa specializzata in servizi funebri a Roma come Funerali Roma) Divieto di accesso, quando scatta Se c’è invece un divieto di accesso per gli animali questo è in genere determinato da questioni igieniche, gli animali, infatti, fanno i loro bisogni in spiaggia, in un contesto pubblico e facilmente accessibile a bimbi e adulti, dove si gira a piedi scalzi e si gioca sempre con le mani nella sabbia

Dunque, attenzione ai divieti presenti su eventuali spiagge private, prestiamo sempre molta attenzione, anche ove il divieto non sussiste, a importunare meno possibile gli altri bagnanti.

TAGS

You may also like