La tua vacanza ideale è qui

Cosa vedere e cosa fare in Calabria

Punta dello stivale, la Calabria è una delle regioni del sud preferite dai turisti. Il suo mare cristallino non ha infatti nulla da invidiare alle mete.

The Perfect Surrounding

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Fine Food Cuisine

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

The Best Experience Ever

"Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo"
Chris Jones
Travel Blogger

Savour Your Next Holiday

Cosa vedere e cosa fare in Calabria

Punta dello stivale, la Calabria è una delle regioni del sud preferite dai turisti. Il suo mare cristallino non ha infatti nulla da invidiare alle mete.

Cosa vedere e cosa fare in Calabria

 
 

Punta dello stivale, la Calabria è una delle regioni del sud preferite dai turisti. Il suo mare cristallino non ha infatti nulla da invidiare alle mete più glamour e rinomate e il suo territorio rappresenta un mix straordinario di contaminazioni, tra spiagge, monti, natura selvaggia.


Per chi si domanda cosa visitare in Calabria, le risposte sono davvero molteplici: da Tropea alla Sila, passando per i Bronzi di Riace. Vediamoli dunque nel dettaglio questi luoghi splendidi, che attirano ogni anno migliaia di visitatori.

Tropea

È uno dei posti più noti dell’intera regione, situato in provincia di Vibo Valentia.


Località balneare di straordinaria bellezza, affacciata sul mar Tirreno dall’alto di un promontorio di tufo.


Al di là del mare, oggettivamente stupendo, sono diversi i punti di interesse da visitare a Tropea: il centro storico, ad esempio, ricco di palazzi nobiliari risalenti al XVIII e XIX secolo.


Impossibile, inoltre, non visitare il Santuario di Santa Maria dell’Isola, arroccato sul promontorio antistante la città e simbolo della stessa.


Anche la Cattedrale di Maria Santissima di Romania merita indubbiamente di essere ammirata in tutto il suo storico splendore in stile romanico: edificata nel 1100, contiene al suo interno l’effigie della Madonna di Romania, protettrice della città.


Capo Vaticano

Considerata tra le cento spiagge più belle del mondo, Capo Vaticano è un’altra località balneare e allo stesso tempo promontuosa, a forte vocazione turistica, come del resto tutta la famigerata Costa degli Dei compresa tra Pizzo Calabro e Nicotera. È dotata di numerosi servizi di animazione e strutture ricettive.


Il granito bianco-grigio del suo promontorio viene studiato in tutto il mondo perché presenta una serie di particolarità geologiche davvero interessanti.


Si consiglia inoltre di non perdere il tramonto alla sera, perché in pochi posti del paese si può ammirare uno spettacolo naturale così affascinante.


 

Reggio Calabria

Tra le città, è ovviamente doverosa una visita al capoluogo della regione.


Dal suo lungomare si possono addirittura ammirare la Sicilia e l’Etna.


Stiamo parlando di una città che custodisce anche importanti segni storico-artistici di notevole pregio, conservati nel museo archeologico nazionale, che racchiude al suo interno anche diversi reperti provenienti dalla Magna Grecia, oltre ai famosissimi Bronzi di Riace, che sono stati restituiti alla città nel 2013 e vengono costantemente sottoposti a restauro.


Anche la Pinacoteca Civica di Reggio Calabria merita senza dubbio una visita.


Sila

Non solo mare, dicevamo, infatti uno dei luoghi più conosciuti e assolutamente imprescindibili quando si decide di fare una vacanza in Calabria è l’altopiano della Sila: 150mila ettari compresi tra le province di Cosenza, Catanzaro e Crotone.


I suoi boschi e le foreste di latifoglie e aghifoglie, i suoi laghi, la presenza dei lupi e, soprattutto, le grandi nevicate fanno della Sila un luogo incantevole e quasi magico, con un ambiente talmente unico da ricordare addirittura i paesaggi scandinavi.


Quando si raggiungono le cime più elevate della Sila è possibile ammirare il Massiccio del Pollino, il Tirreno, lo Ionio, la Piana di Gioia Tauro, ma anche la Sicilia, l’Etna e le isole Eolie.


Cosenza

Ritornando invece alle città, anche Cosenza merita senza dubbio una visita, con i suoi 32km di pista ciclabile che la confermano una delle migliori città del sud in fatto di innovazione green.


Un luogo di interesse a Cosenza è anche il Ponte di San Francesco di Paola, per non parlare del centro storico con la sua Galleria Nazionale.


Insomma, dal mare alla montagna, dalla cultura allo svago, la Calabria offre davvero un’ampia gamma di passatempi per soddisfare le esigenze di tutti i visitatori: natura incontaminata per chi ama il trekking e le escursioni; totale relax nelle sue splendide spiagge; ma anche discoteche e movida per chi predilige la musica e il divertimento; o sale gioco per gli amanti dei giochi di carte come blackjack e simili.


È pressoché impossibile non rimanere affascinati da questa regione, spesso bistrattata, che come poche riesce a coniugare e contaminare così tante peculiarità paesaggistiche. Non c’è posto di questa parte di stivale che non faccia rimanere a bocca aperta chiunque la visiti.


Al di là di ogni pregiudizio e indipendentemente da come purtroppo viene spesso dipinta, la Calabria rappresenta un punto di riferimento importantissimo per chiunque decida di trascorrere le vacanze all’insegna del relax, ma anche di storia e cultura che vengono erroneamente trascurate, ma rappresentano in realtà il fiore all’occhiello di questa regione.



Sorgente: Cosa vedere e cosa fare in Calabria

Post Views: 43
×

Table of Contents